News

Cos’è l’etica?

Negli ultimi giorni si è molto parlato di etica nella nostra comunità. Anche e soprattutto in seguito a quanto è successo all’Alpin Cup. Ognuno è libero di esprimersi come meglio crede e di prendere le decisioni che ritiene più giuste, l’importante è rimanere nell’ambito della correttezza verbale e di sostanza, partendo dal presupposto che è al di fuori di ogni questione che qualsiasi situazione o comunicazione,  ha modi, tempi e luoghi consoni e appropriati per essere gestita e pubblicata.

Ci siamo quindi domandati che cosè l’ètica?

ETICA :Nel linguaggio filosofico, ogni dottrina o riflessione speculativa intorno al comportamento pratico dell’uomo, soprattutto in quanto intenda indicare quale sia il vero bene e quali i mezzi atti a conseguirlo, quali siano i doveri morali verso sé stessi e verso gli altri, e quali i criterî per giudicare sulla moralità delle azioni umane:

In particolare. l’insieme dei doveri strettamente inerenti alle attività professionali svolte nella società.

Questa  una sintesi della definizione del termine “ètica” tratto da una fonte certa, la Treccani.

L’etica si applica sia a un individuo che a una società. Ma come si applica all’attività sportiva, nello specifico nella corsa amatoriale?

E’ molto semplice, l’amatore corre per il piacere di farlo, si impegna farlo correttamente seguendo etica e norme indicate  dalla società che lo ha tesserato, dal comitato gara, dall’ente Federale e non per ultima dalla morale. Allo stesso tempo la società che l’amatore rappresenta deve far si che questi valori e comportamenti vengano rispettati, in maniera corretta, rispettando le regole, la privacy e le capacità sportive dell’amatore. Qualora questi venga meno alle regole, è compito della società far si che riconosca l’errore e successivamente prendere i provvedimenti necessari, sempre nel rispetto della privacy, utilizzando canali di comunicazione istituzionali, senza esporre inutilmente alla pubblica umiliazione il podista. L’errore di uno non vuol dire che la società che rappresenta sia colpevole del suo comportamento ne è corretto che ricada su tutti gli altri che corrono onestamente.

Uscendo dal soggetto corsa/tecnico, L’etica va intesa anche come comportamento morale, vale a dire rispettare il prossimo,  rispettare le opinioni, rispettare il lavoro altrui, rispettare la privacy, dare senza pretendere nulla indietro, dare per il piacere di farlo per stare con le persone che fanno star bene e fare quello che ci fa star bene.

 

In questi due anni gli Urban Runners sono diventati grandi, hanno accolto runners (bomber e tapascioni senza distinzione) proprio perché il nostro spirito è quello di condividere la nostra passione, rinforzare l’aggregazione, accompagnare tutti durante il loro percorso fino al traguardo, sempre col sorriso, divertendosi stando bene.  Ci riconoscono  per la nostra unione e quel concetto di “family” che molti hanno sottolineato negli ultimi giorni. Quel concetto rimane cardine fondamentale del nostro spirito di affrontare lo sport.

A voi che condividete il nostro spirito, a voi che ci fate star bene, semplicemente

GRAZIE 

 

No Comments

Post a Comment